giovedì 20 luglio 2017

Grigliata appetitosa con HappyBBQ 😋

Estate voglia di grigliate, sembra l'inizio di una canzone, invece è la richiesta imperante della mia ciurma, marito e figlia, amano stare all'aperto e gustarsi qualcosa di appetitoso, prediligono le salcicce, le costine, la pancetta,le salamelle oltre che appassionati ed estimatori di tutti i tipi di Patate.
Da quando poi Happy è entrato in famiglia, tutto è molto più semplice e veloce ↦ e allora, eccola la mia proposta

GRIGLIATA APPETITOSA DI MEZZA ESTATE

INGREDIENTI
per 3 persone
4 Salamelle di suino o di vostro gusto
1 k di Patate Novelle
Rosmarino fresco
Basilico
Sedano verde
Pomodorini pachino
Olio extravergine di Oliva Veneto
Sale grosso q.b.
Stuzzicadenti lunghi per spiedini
Fiori di Malva
Happy BBQ  (in mancanza la vostra griglia abituale)

PREPARAZIONE
preparare la vostra fonte di cottura per grigliate, nel frattempo cuocere a vapore, per cinque minuti esatti dal fischio della pentola a pressione le patatine novelle buccia compresa, dopo averle lavate per bene con acqua e bicarbonato
creare con le salamelle degli spiedini a spirale
ungere la piastra con del buon olio di oliva extravergine possibilmente Veneto, aiutandovi con del rosmarino fresco, aggiungere alcuni grani di sale grosso, procedere alla cottura, saranno pronte in circa trenta minuti, abbiate cura di girarle spesso, delicatamente per non romperle
togliere le patate dalla pentola, tagliarle a metà, metterle sulla griglia prima dal lato della buccia e poi dalla parte interna, un filo d'olio extravergine ed un pizzico di sale.
Preparare nel frattempo, una insalatina con del sedano verde, dei pomodorini pachino, alcune foglie di basilico, qualche goccia di limone, Olio extravergine di oliva, un pizzico di sale




Maggiori info nella pagina di LINEA VZ dedicata al nuovo barbecue portatile 
Bon appétit babe  😋



mercoledì 19 luglio 2017

Risotto Asparago e Fiore di Zucca cialda di Asiago stagionato e semi di Papavero #logustocon

Quando ho ricevuto l'invito dal Consorzio di tutela del Formaggio Asiago,nel proporre una mia ricetta con l'Asiago stagionato in abbinamento ad un vino che ne esaltasse il gusto deciso e sfidare altri ambasciatori del progetto Asiago Network  da  subito ho pensato ad un risotto,abbinato ad un Gewürztraminer, un vino dal sapore deciso, profumato dal leggero sentore speziato,
l'insieme risulta essere incantevole!!

RISOTTO ASPARAGI E FIORI DI ZUCCA con cialda di Asiago Stagionato e semi di Papavero


INGREDIENTI
Per 4 persone

320 g di Riso Veronese
Burro (per mantecare)
Asiago stagionato (per mantecare)
100 g di Asparagi di Bassano
8 Fiori di Zucca
Olio di oliva extravergine di oliva colli Euganei
1 piccola cipolla bianca
½ bicchiere di Gewurzraminer aromatico
Sale q.b.
Brodo vegetale 
per il brodo: 1 cipolla , 2 carote, 1 gamba di sedano, 4 grani di pepe
Per le cialde di FORMAGGIO 
200 g di Asiago stagionato grattugiato
20 g di semi di Papavero

PROCEDIMENTO
Per prima cosa, preparare il brodo vegetale con le verdure
Nel frattempo, il sugo per il risotto,
pulire e togliere le parti più dure agli asparagi, tagliare a rondelle i gambi, tenere le punte più belle, per l’impiattamento,
affettare sottilmente la cipolla, stufatela in quattro cucchiai di olio di oliva, ed un cucchiaio di brodo vegetale, aggiungere dopo qualche minuto le rondelle di asparago, saltatele per bene
pulire delicatamente i fiori di zucca, togliere la parte verde la più amara, aggiungete due fiori di zucca tagliati a striscioline agli asparagi
frullare fino ad ottenere  una cremina,
aggiungere il riso, mescolare il tutto, versare il vino alzare la fiamma per farlo evaporare,
procedere con la cottura, che deve essere al dente

Per le cialde:
mescolare il formaggio con i semi di papavero, imburrare una carta da forno, adagiare sopra uno stampino o coppa pasta di circa 8-9 cm
spargere al suo interno, il formaggio badando bene che non ci siano spazi, prepararne circa  otto, per eventualmente averne di ricambio, nel caso  servisse, infornarli per circa 5 minuti in forno caldo a 220°

Gli ultimi minuti di cottura, aggiungere altri due fiori di zucca a striscioline, il riso tenetelo al dente,
mantecare con burro e Asiago stagionato a piacere
Sbollentare le punte di asparagi,vi serviranno per l'impiattamento.

IMPIATTARE

In ogni piatto, una cialda di formaggio al papavero , la quantità di riso desiderata, ed alcune punte di asparago,
a piacere creare una cremina, con dell'asparago sbollentato, alcuni fiori di zucca, leggermente sbollentati e dell'asiago stagionato, per creare colore al piatto stesso, oltre ad insaporire il tutto.
Per un piatto ancora più completo, aggiungere mezzo fiore di zucca pastellato in  ogni piatto

Come abbinamento propongo un Vino Gewürztraminer, per mio conto l'aromatico per eccellenza, che si sposa alla perfezione, con un Formaggio dal gusto inconfondibile come L'Asiago stagionato. 
Con questa ricetta partecipo al Contest organizzato dal Consorzio di Tutela del Formaggio Asiago #logustocon

Se questa  proposta ti piace, votala sulla pagina fb Formaggio Asiago DOP dal 24 Luglio al  01 Agosto, Grazie ↑↑



lunedì 17 luglio 2017

Petto d'anitra aromatizzata allo zafferano su purè di Mais all'asiago fresco

Il caldo incalza, la mia cucina è bollente, ma lo stesso oggi il forno lo accendo, come potrei altrimenti preparare il Petto d'Anitra che il marito si è portato a casa, e pensare che non va matto per i pennuti, dice però che quando va a fare la spesa, pensa sopratutto a me ed alla nostra fanciulla, non so se credergli o meno, ma
qualunque sia il motivo della sua scelta lo ringrazio, perchè la ricetta che sto per proporvi, è veramente uno spettacolo, da provare assolutamente 🔛

PETTO D'ANITRA AROMATIZZATA ALLO ZENZERO SU PURE' DI MAIS ALL'ASIAGO FRESCO

INGREDIENTI
per 4 persone
2 Petti di Anitra
Olio di oliva extra vergine Veneto Colli Euganei Brecà
500 g di Polenta (nel mio caso del giorno prima)
3 cucchiai di acqua calda
100 g di Asiago fresco grattugiato
Pistilli di Zafferano
Bacche Rosa in grani
Rosmarino
Salvia
2 spicchi di Aglio
Sale grosso q.b.
INSALATINA CAMPESTRE di Contorno
Rucola fresca
Portulaca
Olio extra vergine
sale q.b.
Limone q.b.

PROCEDIMENTO
Passare con cura  i petti d'Anitra con Olio e sale grosso, unire nella pirofila l'aglio, le erbe aromatiche alcune bacche rosse e dell'olio extra vergine fino a coprirne quasi gli spicchi d'aglio
chiudere con un foglio di alluminio 
cuocere per 10 minuti in forno caldo a 190°
passato il termine, versare  in pirofila  dell'acqua calda nella quale avrete fatto sciogliere alcuni stimmi di zafferano, leggermente pestati
richiudere con la carta alluminio, non prima di avere  provveduto a fare almeno quattro fori per la fuoriuscita del vapore in eccesso, ultimare la cottura per altri 10 minuti, senza la carta dall'alluminio, con la pelle rivolta verso l'alto, accendere il grill, per far si che si crei una bella crosticina croccante.
Per preparare il Purè di Mais, io ho usato della polenta avanzata dal giorno prima, l'ho tagliata a tocchetti, ho aggiunto tre cucchiai di acqua calda, sale ed il formaggio Asiago fresco grattugiato, passato il tutto al mixer
PRIMA di servire aiutandovi con un coltello affilato, tagliare a fette il petto d'oca, in ogni piatto, mettere due cucchiai di Purè di Mais, due o tre fettine d'anitra, una insalatina di rucola, e portulaca al limone, qualche bacca rossa, un goccio d'olio extra vergine, e per finire qualche stimma di Zafferano



venerdì 14 luglio 2017

Insalata di Buon Riso con verdure scottate Olive Prosciutto cotto ed Uova di Quaglia🌻

Che spasso, andare per campagne a fare la spesa a kilometro zero, divertentissimo raggiungere i produttori in bicicletta, per trovare e raccogliere di persona, le melanzane ed i peperoni una vera goduria, mi sembrava d essere tornata bimbetta, con il mio cestello di vimini mentre andavo a fare la "spesa" 
di verdura dalla Nonna 🔝
Pedalando me ne vo, per la campagna, e mentre pedalo, immagino già un buon riso colorato con tante verdure croccanti, tutti gli ingredienti preferiti sono in dispensa, non mi resta che tornare e preparare

INSALATA DI RISO ESTIVA CON VERDURE OLIVE PROSCIUTTO COTTO ED UOVA DI QUAGLIA

INGREDIENTI
per 8 persone
500 g di Riso Roma Il Buon Riso
1 Peperone giallo
2 Carote
15 Pomodorini Pachino
3 Melanzane Perlina
2 Mozzarelle 
1 Costa di Sedano bianco
100 g di Olive verdi Ficacci
200 g di Prosciutto cotto Martelli
6 Uova di Quaglia
Menta fresca
Sale q.b.
Olio di oliva Veneto Brecà
PROCEDIMENTO
Lavare per bene tutte le verdure, tagliarle a cubetti regolari,
scottare separatamente, ogni ingrediente in una padella leggermente unta di olio di oliva,
portare a bollore abbondante acqua salata, cuocere il riso, attenzione che non sia scotto, nel frattempo, cuocere le uova di quaglia in acqua fredda che porterete a bollore, raffreddatele, per poi poterle sgusciare.tagliare i pomodorini a rondelle,
scolare le Olive, tagliarle a rondelle, tagliare il Prosciutto cotto a dadini, scolare le mozzarelle e tagliare a dadini
scolare il riso, sciacquatelo per fermare la cottura ed eventualmente togliere l'amido in eccesso, mettere in una ciotola capiente con due cucchiai di olio, per evitare che i chicchi si attacchino,
non appena sarà raffreddato, procedere ad inserire prima le verdure,
poi le olive, il prosciutto cotto e per ultimo il formaggio,
ancora un pò d'olio, aggiustare di sale, se vi piace del pepe, e per ultimo  le uova di quaglia e qualche fogliolina di menta

dare una bella mischiata, per insaporire il tutto eventualmente se vi sembrerà troppo secco, aggiungere dell'olio i oliva.
Non mi resta che augurarvi un buon  assaggio💚 
ed alla prossima ricetta!


giovedì 13 luglio 2017

Tartelletta golosa che vuol essere un cioccolatino 🌺🍃

Mi sono ritrovata ad avere in frigorifero, la mia fonte di ispirazione, dell'ottima Cioccolata, buona anche allo stato naturale, ma con uno stampo e della frutta secca e fresca, con lo zampino di alcune foglioline di prezzemolo, guardate cosa ne esce

TARTELLETTA AL CIOCCOLATO CON CILIEGIA MANDORLE E PREZZEMOLO

INGREDIENTI
per 4 cioccolatini
200 g di cioccolato Valrhona selezione Selecta
40 g di Mandorle sgusciate
10 Ciliegie
8 foglie di Prezzemolo fresco
4 cucchiai di latte
4 stampini da tartelletta
2 cucchiai di zucchero
Olio di Oliva (per gli stampini)

PREPARAZIONE
Tritare le mandorle, sciogliere il cioccolato a bagnomaria, con il latte, pestare 4 ciliegie, unire al cioccolato il succo ed il pestato di ciliegia tritato finemente
scottare in acqua bollente zuccherata 8 foglie di prezzemolo, asciugare per bene
oliare per bene gli stampini
inserire sulla base di ognuno due foglie di prezzemolo
il cioccolato alla ciliegia e mandorla
lasciare raffreddare, riporre in frigorifero, nella parte più fredda per almeno quattro ore. 

Passato il tempo indicato capovolgere la tartelletta, servirla come dolcetto con una ciliegia snocciolata tagliata a metà  e qualche fiore di abbellimento, come ad esempio i fiorellini di basilico o di menta.
NOTA: A piacere, per rendere il dolcetto ancora più goloso, servirlo con della panna montata fresca 💗💗💗

venerdì 30 giugno 2017

Polenta de Noaltri Veneti 🌺🌺🌺

Non si poteva stare senza polenta a casa mia, la Nonna addirittura la mangiava con l'anguria, al tempo non la capivo troppo, ma negli anni ho compreso che la Polenta è divina, ottima in tante ricette, morbida, in crema, abbrustolita, in pentola, croccante, con i dolci ed anche con le verdure, come nella prossima ricetta.
Attingo si attingo al taccuino di Mamma anche stavolta, e ne approfitto per partecipare a Talent for Food la sfida culinaria tra trenta Food Blogger dell'Aifb,organizzato in collaborazione con Confindustria Padova  
Dieffe Accademia delle Professioni, atto a far conoscere eccellenze culinarie Venete.
Dicevo la Polenta, la nostra "Poenta" di famiglia era ricca, con salumi, formaggi e verdure, talmente buona che per noi era una festa, quando Mamma aveva tempo di prepararla, povera lavorava sempre, ma la buona Cucina l'aveva nel sangue.

Con piacere oggi vi propongo la sua o meglio la nostra 

POLENTA DE NOALTRI



INGREDIENTI
200 ml di Latte
2 Uova
Sale q.b.
Pepe q.b
120 g di Galletto della corte Veneta
100 g di Mozzarella
1 Carota
1 Melanzana perlina
1 Zucchina
10 g di Cipollotto fresco


PREPARAZIONE
Per prima cosa, tagliare le parti bianche del Galletto, versare un filo di olio in una padella antiaderente a bordi alti, fare imbiondire delle rondelle di cipollotto, unire i cubetti di Galletto, cuocere per bene, per almeno venti minuti, insaporire con il sale, lasciare raffreddare
Tagliare a striscioline per il lungo, una parte della carota, una parte della zucchina ed una parte della melanzana, saltare le verdure separatamente in una padella unta di olio extra vergine di oliva Brecà, mettere da parte
Tagliare a cubetti il prosciutto, basteranno due fette abbastanza spesse, per avere la quantità che vi serve
Versare la farina, il latte, l’olio extravergine, le uova, il sale, il pepe, in una terrina capiente
Amalgamare bene il tutto, per evitare la formazione di grumi indesiderati
Unire il lievito, i cubetti di prosciutto ed i cubetti di Galletto precedentemente cotti, mescolare per bene dal basso verso l’alto,
rivestire uno stampo a vostro piacere, con la carta da forno, versare il composto, livellare e per finire create dei cerchi con le verdure che avete messo da parte.

Cuocere in forno caldo a 180° per quaranta minuti, assicuratevi della corretta cottura facendo la prova dello stecchino.
Servire caldo come contorno o come piatto unico



giovedì 29 giugno 2017

Faraona nostrana al caffè con verdure dell'orto ☕☕

Una corte Veneta è parte della mia storia, del mio vissuto, della mia infanzia, delle mie prime amicizie ♡ era grande ai miei occhi di bimba, coloratissima, in quanto attorniata da tanti fiori diversi, le rose, le lavande  i narcisi, i lillà e tra un fiore e l'altro c'erano le spezie, il Timo, il Rosmarino, la Salvia, l'Origano e la Maggiorana; poco più in là c'era il grande orto, l'orgoglio di Mamma, dove riusciva a far crescere di tutto, patate, melanzane, pomodori, peperoni, carote, zucchine, aglio cipolle...., la soddisfazione di vederle nascere e crescere fino ad arrivare a maturazione  era indescrivibile; vicino all'orto c'era il frutteto, a cominciare dai filari d'uva, quella grande gialla da tavola, poi i peschi, i ciliegi, gli alberi del fico e delle More, il Noce poi era maestoso, immenso, ne ero talmente innamorata, che riuscii a convincere mio padre a costruire la Casa sull'albero, dove spesso ospitavo alcuni amici speciali, in primis il mio amico a quattro zampe Aroon, un magnifico Collie con il quale sono cresciuta, e con il quale oltre ai giochi, dividevo il compito giornaliero di riportare a dimora, "l'esercito" di animali da cortile, che di giorno rimaneva all'aperto nei campi; quanto mi piacevano tutti quei pennuti, polli, galline,pavoni, tacchini, anatre, le oche cigno e le faraone, spesso alcuni di loro perdevano delle piume colorate,noi bimbi ne facevamo ornamenti e ci immaginavamo intrepidi guerrieri indiani. 

Che storia la mia storia, una delle tante in Veneto, regione paciosa e polentona, colma di tradizioni culinarie di famiglia. Nella prossima ricetta ho attinto da uno dei piatti della domenica di Mamma,
la Faraona al forno con verdure,volutamente rivisitata per l'occasione, ispirata da alcuni ingredienti della
Mystery Box del primo Talent for Food 
composto da :
Farina  pasta Linda   A&F Agugiaro e Figna  Molini
Birra Borgo della Paglia  Birra Antoniana
Granulato vegetale   Bovis
Olio  extra vergine di oliva Veneto DOP Brecà
Caffè gli speciali Brazil Diemme
Prosciutto Cotto   Buongustaio Martelli
Farina 1 biologica  macinata a pietra Molino Rossetto
Farina di mais giallo  Fioretto Molino Rossetto
Lievito di pasta madre essiccata Molino Rossetto
Radicchio rosso grigliato Valbona
Confindustria Padova, Associazione Italiana Food Blogger di cui faccio parte, assieme a Dieffe Accademia delle Professioni, in collaborazione con le aziende alimentari sopracitate ha organizzato questo primo evento.con lo scopo di valorizzare alcuni aspetti della tradizione culinaria della regione Veneto, e per me che adoro le Mistery Box, con un vissuto da Corte Veneta, è stato un vero piacere!! 
FARAONA DELLA CORTE AROMATIZZATA AL CAFFE' CON VERDURE DELL'ORTO AGLI AROMI 
INGREDIENTI
per 4 persone
1 Faraona nostrana
Patatine Novelle
4 Melanzane perlina
15 Pomodorini Pachino
Prezzemolo
Basilico fresco
Rosmarino fresco
Menta fresca
Olio extra vergine di Oliva Brecà
Granulato vegetale Bovis
Caffè in chicchi Brazil Diemme
Sale grosso
2 spicchi di Aglio
PREPARAZIONE
tempo circa 2 ore 
temperatura forno 180°
Preparare la Faraona alla cottura, tagliandola in due pezzi per il lungo, dopo avere tolto le parti  delle zampe e del collo; in una casseruola da forno capiente, inserire dell'olio e del sale grosso, con il quale passare tutti le parti sia interne che esterne della Faraona, fatto questo, aggiungere altro Olio fino quasi a coprirne la metà, aggiungere alcuni chicchi di caffè, del Rosmarino e della Salvia, un pizzico di granulato sulla parte interna, coprire con un foglio di alluminio, praticare almeno quattro forellini per la fuoriuscita del vapore in eccesso, 
infornare per circa due ore, avendo cura di rigirare ed irrorare
la faraona in cottura per evitare che si secchi troppo, la carne al suo interno dovrà risultare abbastanza morbida, anche se essendo nostrana, le parti nervose si sentiranno comunque
PREPARAZIONE
delle Verdure
Lavare le Melanzane perlina, asciugarle, tagliarle in quattro pezzi in lunghezza, in una padella antiaderente, aromatizzate dell'olio extravergine con uno spicchio di aglio,togliere l'aglio e cuocere le melanzane per circa venti minuti, aggiungendo un pizzico di granulato vegetale, quando pronte, mettere da parte su  carta assorbente da cucina.
Lavare e pelare accuratamente le patate novelle, cuocerle a vapore, io ho usato la pentola a pressione,
cottura dal fischio, sei minuti, far evaporare, inserire le patate in una pirofila capiente, senza sovrapporle, un filo di Olio extravergine Brecà, sale grosso, foglie di rosmarino, ed un pizzico di Granulato vegetale Bovis, girare delicatamente per insaporire tutte le parti delle Patatine, infornare fino a dorarle per bene, tempo stimato dipenderà dal vostro forno, circa trenta minuti
Lavare, asciugare i pomodorini pachino, metterli in una pirofila, con un filo di olio extra vergine, un pizzico di sale, ed un pizzico di Granulato vegetale, cuocere in forno coperti da un foglio di alluminio per circa venti minuti.
Quando tutti gli ingredienti saranno pronti, servire ben caldo, usando una bella pirofila da tavola,
ultimando con le spezie fresche, foglie di Rosmarino tritate, foglie di prezzemolo, menta, basilico ed un pizzico di sale grosso.
Trenta FoodBlogger a duello in Corte Veneta, ragazzi vinca il migliore ↥↥↥
Per me, è stato un vero piacere partecipare  𝒫𝒢Ⓟ